Problemi Psicosociali ed Ambientali

Sull’Asse IV si riportano i problemi psicosociali ed ambientali che possono influenzare la diagnosi, il trattamento e la prognosi dei disturbi mentali (Asse I e Asse II). Un problema psicosociale o ambientale può corrispondere a un evento vitale negativo, una difficoltà o una carenza ambientale, uno stress familiare o interpersonale di altro tipo, alla inadeguatezza del supporto sociale o delle risorse personali, o ad altri problemi legati al contesto nel quale si sono sviluppate le difficoltà dell’individuo. I cosiddetti eventi stressanti positivi, quali una promozione sul lavoro, dovrebbero essere indicati solo quando costituiscono o causano un problema, come nel caso in cui la persona abbia difficoltà ad adattarsi alla nuova situazione. Oltre a giocare un ruolo nello scatenare o esacerbare un disturbo mentale, i problemi psicosociali possono anche svilupparsi come conseguenza della psicopatologia, o possono costituire problemi che meritano di essere considerati nel piano generale del trattamento.

Quando un individuo presenta problemi psicosociali o ambientali multipli, il clinico può annotare tutti quelli che ritiene rilevanti. In generale, il clinico dovrebbe annotare soltanto quei problemi psicosociali ed ambientali che sono stati presenti durante l’anno precedente l’attuale valutazione. Comunque il clinico può scegliere di annotare i problemi psicosociali ed ambientali verificatisi prima dell’ultimo anno, se è evidente che contribuiscono al disturbo mentale, o se sono diventati motivo di trattamento- ad esempio, precedenti esperienze belliche che hanno portato ad un Disturbo Post-Traumatico da Stress.

In pratica, la maggior parte dei problemi psicosociali ed ambientali verranno indicati sull’Asse IV. Comunque, quando un problema psicosociale o ambientale è al centro dell’attenzione clinica, dovrebbe essere registrato sull’Asse I, con un codice derivato dalla sezione “Altre Condizioni che Possono Essere Oggetto di Attenzione Clinica”.

Per comodità i problemi sono raggruppati nelle categorie seguenti:

  • Problemi con il gruppo di supporto principale Per es., morte di un membro della famiglia; problemi di salute in famiglia; disgregazione della famiglia per separazione, divorzio, o allontanamento; allontanamento da casa; contrazione di nuovo matrimonio da parte di un genitore; abuso sessuale o fisico; iperprotezione da parte dei genitori; incuria verso un bambino; disciplina inadeguata; disaccordo con i fratelli; nascita di un fratello
  • Problemi legati all’ambiente sociale Per es., morte o perdita di un amico; inadeguato supporto sociale; vivere da soli; difficoltà di acculturazione; discriminazione; adattamento ai cambiamenti di vita (come il pensionamento)
  • Problemi di istruzione Per es., analfabetismo; problemi scolastici; disaccordo con gli insegnanti o con i compagni di classe; ambiente scolastico inadeguato
  • Problemi lavorativi Per es., disoccupazione; minaccia di perdere il lavoro; orario di lavoro stressante; condizioni di lavoro difficili; insoddisfazione lavorativa; cambiamento di lavoro; disaccordo con il principale o con i colleghi di lavoro
  • Problemi abitativi Per es., essere senza-tetto; alloggio inadeguato; quartiere pericoloso; disaccordi con i vicini o con il padrone di casa
  • Problemi economici Per es., povertà estrema; condizione finanziaria inadeguata; supporto assistenziale inadeguato
  • Problemi di accesso ai servizi sanitari Per es., servizi sanitari inadeguati; indisponibilità di trasporti per le strutture sanitarie; assicurazione sanitaria inadeguata
  • Problemi legati all’interazione con il sistema legale/criminalità Per es., arresto; incarcerazione; cause; essere vittima di un crimine
  • Altri problemi psicosociali e ambientali Per es., esposizione a catastrofi, guerre, altre inimicizie; disaccordo con fornitori di assistenza non familiari come avvocato, assistente sociale o medico; indisponibilità di agenzie di servizio sociale